Elena Linari: “All’Atletica Castello non mi hanno mai fatto sentire diversa”

L'intervista di Elena Linari a La Repubblica Firenze

0
1059

Elena Linari si racconta, e lo fa in una lunga intervista al quotidiano La Repubblica intervistata da Benedetto Ferrara. La calciatrice della Fiorentina Women’s, nata a Castello e attualmente in testa alla classifica con la sua squadra, accarezza il sogno di conquistare lo Scudetto con la maglia viola. Lei, tifosa della Fiorentina da sempre e in lotta contro i pregiudizi attorno al movimento calcistico femminile.

Elena ha appena compiuto 23 anni e svela come iniziò la sua passione: “Ero piccolissima. Avrò avuto cinque anni. Stavo giocando ai giardinetti e a un certo punto mi è arrivato un pallone tra i piedi. Io gli ho dato un calcio per restituirlo a dei bambini. Da allora non ho più smesso”. Poi continua, con gli anni dell’Atletica Castello: “La passione vince su tutto. E poi io sono stata fortunata. Sono cresciuta all’Atletica Castello, i maschi non mi hanno mai fatto sentire diversa. Certo, anche oggi quando vado al mare e mi metto a giocare sulla spiaggia c’è chi mi guarda strano, come dire: che ci fa una ragazza col pallone? Poi quando capiscono che un po’ ci so fare mi pregano di andare in squadra con loro”.

Dunque la passione per la Fiorentina: “Mio nonno mi portava allo stadio. La mattina giocavo la mia partita, poi pranzavo con lui e via al Franchi. Un rito, un atto di amore puro”. E il sogno di poter vincere lo Scudetto con la Fiorentina Women’s: “Il mio sogno di bambina era quello di giocare con questa maglia. Ne ho collezionate tante, le ho tutte a casa, e sono un piccolo tesoro. Beh, pensare che adesso abbiamo la possibilità di cucirci uno scudetto, su questa maglia, mi fa sembrare tutto pazzesco. Spero davvero che sia possibile fare festa al Franchi: per noi, e per i tifosi, tutti, anche quelli che ci conoscono poco”. Infine una battuta sui pregiudizi e alcune dichiarazioni, anche da parte di dirigenti, sui gusti sessuali: “Una cosa vergognosa, quella. Però almeno ha tirato fuori un problema che esiste. Il pregiudizio di un mondo rimasto troppo indietro”.

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta