Il bimbo si inventa il termine “petaloso”, la Crusca approva

0
207

villa reale castelloLa maestra Margherita Aurora della scuola elementare di Copparo, a Ferrara, chiede: “Come definireste un fiore?”. E il piccolo Matteo, della 3° C, risponde: “Petaloso”. Cioè, pieno di petali. La parola sorprende tutti e piace tantissimo, a tal punto che la maestra invia una lettera all’Accademia della Crusca per una valutazione in merito. E da Castello, arriva la risposta: “La parola che hai inventato è ben formata e potrebbe essere usata in italiano così come sono usate parole formate nello stesso modo (ed. peloso). La tua parola è bella e chiara”. E così al piccolo Matteo viene richiesto un compito particolare: “Perché entri in un vocabolario – continua la lettera – bisogna che la usino tante persone e tante persone la capiscano. Se riuscirai a diffondere la tua parola tra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a dire “Come è petaloso questo fiore”, ecco allora petaloso sarà diventata una parola dell’italiano”.

E la rete si scatena, tutti a favore di Matteo e del suo nuovo termine “petaloso”. Su twitter diventa trending topic, ovvero tra i più gettonati in assoluto. E chissà che l’imminente arrivo della primavera non possa accelerare il corso di questo nuovo vocabolo. Che esprime una sensazione dolce, soffice, calda e accogliente. Insomma, petaloso: come tanti petali colorati che rendono un fiore ammirabile e allegro. Riuscirà a entrare nel vocabolario italiano? Chissà. Noi ci schieriamo con Matteo.

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta