Quartiere 5, firmata la convenzione con Adra per il marciapiede didattico

Ecco di cosa si tratta

0
314

Presso la sede del quartiere 5 di Firenze sarà possibile, da ora in poi, con l’avvenuta firma della convenzione, poter aderire a un progetto che si propone di essere attivo già in questo scorcio di anno scolastico. Un progetto nel quale le classi, prevalentemente delle scuole secondarie di primo grado, sono chiamate a fare un’esperienza concreta sul tema della disabilità.

Il progetto proposto da Adra Italia onlus e Radio Voce della Speranza si avvale del supporto pratico del Marciapiede Didattico, riproduzione modulare di un marciapiede cittadino con varie barriere che ostacolano il normale camminamento, per informare ed educare al superamento delle barriere non solo fisiche ma anche mentali che si oppongono all’accoglienza della disabilità. Per raggiungere tale obiettivo il Progetto Una strada per la vita conta su figure professionali che operano con le classi attraverso lezioni di sensibilizzazione e di riflessione sulla tematica della diversità, della disabilità e delle diverse forme di pregiudizio – anche attraverso slides e visione di cortometraggi – favorendo la condivisione di emozioni e pensieri dopo aver sperimentato il Marciapiede Didattico seduti su sedia a rotelle e guidati dall’equipe pedagogica.

Il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli, esprime grande soddisfazione per la validità dell’esperienza che il Marciapiede Didattico, che è già stato presente sul territorio del quartiere in altre iniziative, permette di fare. Questo strumento rende consapevole in maniera molto puntuale chi realizza l’esperienza delle difficoltà oggettive di chi vive la città con un problema di carattere motorio. Il presidente aggiunge che sulla questione, oltre agli interventi strutturali come l’abbattimento delle barriere architettoniche, il tema necessita anche di un’azione di informazione e formazione ed è per questo che il progetto è stato rivolto ai ragazzi delle scuole.

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta