Rifredi, picchia la moglie davanti al figlio: arrestato

0
76

polizia di statoUmiliata e picchiata per l’ennesima volta davanti al figlio di tre anni, è scappata di casa e soltanto quando si è ritrovata da sola, in strada, ha trovato la forza di chiamare i carabinieri. In lacrime, ha detto loro: “Mi ha afferrata per i polsi, poi mi ha scossa e sbattuta violentemente al muro”. Non era la prima volta che la donna, 30 anni, cittadina peruviana, chiedeva l’intervento delle forze dell’ordine affinché la salvassero dalla brutalità del suo compagno, un connazionale di 25 anni col vizio del bere e un’ossessiva gelosia nei suoi confronti. Pochi mesi fa, infatti, l’uomo era già stato denunciato per maltrattamenti in famiglia dalla compagna, riporta La Repubblica Firenze. 

Ma nulla era cambiato e i due, col figlio piccolo, abitavano ancora sotto lo stesso tetto, nel quartiere di Rifredi. Adesso non più, l’incubo quotidiano si è concluso. I militari del nucleo radiomobile fiorentino, piombati sul posto e ascoltato il racconto della vittima, sono infatti saliti nella casa e hanno stretto le manette ai polsi del compagno violento.

Quindi lo hanno accompagnarlo in carcere, a Sollicciano, con l’accusa di lesioni e maltrattamenti in famiglia. “Sono due anni che va avanti così” aveva raccontato ai militari fiorentini la donna, prima di farsi soccorrere dagli operatori del 118 a causa del grave stato di agitazione in cui versava e farsi trasportare in ospedale, a Careggi, per farsi medicare le contusioni e le lesioni – fortunatamente lievi – procuratele dal compagno. Anzi: dall’ex compagno.

 

CASTELLOCHANNEL.IT 

Lascia una risposta