Firenze, cento multe al mese ai fanatici del telefonino alla guida

0
705

cellulare-alla-guida-polizia-multaIl telefonino non sta più in alto all’orecchio, ma in un mano tenuta in basso o appoggiata sul sedile. Appena vedi i vigili lo molli immediatamente facendo risalire la mano spedita al volante. Evitando così una multa da 160 euro (che può arrivare anche a 646) che diventano 112 se paghi entro 5 giorni e il taglio di 5 punti di patente, come prescrive l’articolo 173 del codice stradale. Gli unici che un po’ di più ce la possono fare a sorprendere quelli degli sms e delle chat sono i vigili della pattuglia in borghese che Firenze ha istituito per prima tra le città d’Italia circa due anni fa. Perché se lo scooter degli irriconoscibili vigili ti affianca mentre in auto spippoli e scrivi o parli non ti insospettisci, continui a fare i fatti tuoi e vieni preso in flagrante.

Ma la pattuglia è una e i telefonisti sono tanti. Così come stanno le cose, i vigili di Firenze hanno fatto 1.353 multe per telefonino nel 2015 e 735 dal primo gennaio al 31 luglio di quest’anno. Mentre la polizia stradale ne ha elevate 454 in tutto l’anno scorso e 206 nel primo semestre del 2016: esclusivamente sulle tratte in provincia di Firenze delle autostrade (Autosole e A11), della Fi-Pi-Li e della Palio.

Ma non facciamoci illusioni. L’ispettore della polizia stradale che ci dà questi dati aggiunge che sono un vera inezia rispetto a quanti realmente usano lo smartphone correndo in auto e spendendo dai 15 ai 20 secondi di disattenzione stradale per sms o chat. “La situazione – dice l’ispettore – è drammatica, solo che non riusciamo a gestirla perché la multa scatta solo nel caso, tutto sommato raro, che l’auto del guidatore distratto incroci quella della polizia che lo sorpassa”. In pratica quasi mai. A riportalo è La Repubblica Firenze. 

 

CASTELLOCHANNEL.IT 

Lascia una risposta