Firenze, è morto Lorenzo “Mao” Bargellini

Era lo storico leader del Movimento di lotta per la casa a Firenze

0
1067

E’ morto nel pomeriggio di domenica 4 giugno nella sua abitazione Lorenzo Bargellini detto Mao, storico leader del Movimento di lotta per la casa a Firenze. Aveva 59 anni. Il 118 è intervenuto nel suo appartamento all’interno dell’ex asilo Ritter in via Reginaldo Giuliani a Castello, rispondendo a una chiamata che segnalava un malore. Probabilmente, quando è arrivata l’ambulanza, era morto già da alcune ore a causa di un infarto. A chiamare i soccorsi è stato un amico che lo ha trovato nella sua stanza senza vita. Oltre ai mezzi di soccorso è intervenuta anche la polizia.

CHI ERA “MAO” BARGELLINI – Mao era nipote del sindaco dell’alluvione Piero Bargellini e fin dagli anni Ottanta è stato il leader del Movimento e protagonista di decine di battaglie a fianco degli ultimi, che fossero italiani o stranieri, senza un tetto sotto il quale dormire. Tante le occupazioni che ha organizzato. Nel tempo è diventato anche punto di riferimento delle istituzione in quanto portavoce dei senza casa. Ha organizzato e partecipato a tantissime manifestazioni ed è stato spesso in polemica con l’amministrazione comunale per le politiche abitative. Non si è fermato neppure quando a Palazzo Vecchio è arrivata sua cugina, l’attuale assessore alla casa Sara Funaro. Di recente si stava occupando delle case popolare in via dei Pepi e la sua ultima grande battaglia è stata l’occupazione del palazzo dei gesuiti da parte degli immigrati somali. A dare la notizia per primo è stato Pape Diaw, ex consigliere comunale senegalese di Rifondazione con il quale aveva condotto alcune battaglie. A riportarlo è l’edizione web de La Repubblica Firenze. 

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta