Firenze, scatta la nuova ztl notturna: tutte le novità

L'8 giugno partono i nuovi orari della ztl notturna

0
247

Sei linee di autobus e la tramvia fino alle 2 di notte, navette gratuiti verso i parcheggi e convenzioni con i locali, i taxi e il car sharing. L’8 giugno partono i nuovi orari della ztl notturna. Il giovedì e venerdì la ztl inizierà la mattina alle 7.30 per concludersi no stop alle 3 del giorno successivo. L’accesso alla ztl è sempre consentito ai mezzi elettrici, alle due ruote a motore e alle biciclette, ai veicoli del car sharing (con particolari sconti previsti dal gestore del parco elettrico Share’ngo) oltre ovviamente ai taxi con prezzi agevolati per giovani (tariffe disco taxi) e donne.

“Con questa sperimentazione vogliamo far vivere il centro e al tempo stesso promuovere tra i cittadini un modo diverso di muoversi in città, più rispettoso dei diritti dei residenti e del decoro di strade e piazze – sottolinea l’assessore Stefano Giorgetti –. Non vogliamo la chiusura né tantomeno la morte del centro storico. Al contrario puntiamo a tutelare il cuore della città rendendolo più vivibile per tutti, sia per chi ci abita sia per chi lo frequenta magari per una sera”.

In dettaglio dall’8 giugno nei settori A, B e O il giovedì e venerdì viene revocata la finestra dalle 20 alle 23. Quindi il provvedimento di limitazione degli accessi ai soli autorizzati è in vigore dalle 7.30 del mattino alle 3 della notte successiva. Nessun cambiamento per il sabato: la ztl inizia alle 7.30 per terminare alle 16 e poi riprende alle 23 fino alle 3 di domenica.

Per i settori F e G, quelli non compresi nella ztl diurni ma soltanto nel provvedimento estivo notturno, restano in vigore gli orari consueti: quindi dalle 23 di giovedì, venerdì e sabato alle 3 del giorno successivo. “Si tratta di una richiesta arrivata dal Quartiere 1 – precisa l’assessore Giorgetti – perché manca un parcheggio di struttura nella zona esterna alla ztl di San Niccolò e l’area per la sosta utilizzata è quella di piazza Poggi. Adesso partiamo così poi vediamo come va la sperimentazione per valutare possibili modifiche”.
La prima verifica con il coinvolgimento delle categorie economiche e dei rappresentanti dei residenti è stata fissata tra 30 giorni, la seconda fine luglio. “Questi due passaggi rappresenteranno l’occasione per esaminare in modo aperto e concreto gli effetti del provvedimento, l’utilizzo dei mezzi alternativi per raggiungere il centro storico, l’impatto sulle attività economiche – aggiunge l’assessore – in modo da, se necessario, introdurre aggiustamenti e modifiche”.

– Per maggiori approfondimenti, CLICCA QUI. 

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta