Niente carcere: don Paolo Glaentzer resta ai domiciliari

Confermati dal Gip Francesco Pallini che ha convalidato l’arresto

0
897

Don Paolo Glaentzer, il parroco della chiesa di Sommaia trovato lunedì sera in macchina con una bambina di dieci anni a Calenzano e accusato di violenza sessuale, rimane agli arresti domiciliari, confermati dal Gip Francesco Pallini che ha convalidato l’arresto.

Giovedì la procura aveva chiesto il carcere per il prete, difeso dall’avvocato Valeria Fontana. Don Paolo Glaentzer resta, quindi, ai domiciliari nella parrocchia di San Rufignano. La notizia è tratta dal sito partner, tuttosesto.net. 

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta