Villa La Petraia, “Tre pianoforti per l’Aquila: le foto del concerto

La Festa della Musica nella Villa medicea della Petraia

0
605

E’ andato in scena nella serata di mercoledì 21 giugno, l’evento “Tre pianoforti per l’Aquila” a Villa La Petraia di Castello. Musica e solidarietà insieme, per un progetto unico nel suo genere in cui tre talenti del Jazz italiano mettono a disposizione la loro creatività per contribuire alla ricostruzione della città ferita dal terremoto del 2009, ripartendo dalla cultura. Nelle foto di Massimo Lombardi per Castellochannel.it, il concerto che si è svolto nella villa medicea.

Il concerto rientra nella nuova edizione della Festa della Musica promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo e trasmette al meglio il messaggio di  partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare e che la festa si propone di valorizzare.  Prima del concerto il pubblico, accompagnato dal personale del museo, ha potuto visitare gratuitamente la Villa medicea con il suo straordinario patrimonio e apprezzare così tutto il fascino del cortile, una naturale sala da musica dall’acustica perfetta. Coperto negli anni ’70 dell’Ottocento e trasformato in Salone delle Feste  conserva i celebri affreschi con i Fasti medicei, capolavoro della pittura fiorentina del Seicento, opera dei pittori Cosimo Daddi e Baldassarre Franceschini, detto il Volterrano.

I tre pianisti italiani Mirko Signorile, Claudio Filippini e Giovanni Guidi per la prima volta insieme hanno dato vita ad un ambizioso progetto: creare uno spettacolo finalizzato alla realizzazione di un CD i cui proventi saranno destinati all’acquisto di un pianoforte a gran coda per la città de l’Aquila. Un pianoforte, quindi, come polo d’attrazione e aggregazione, in una città che ha ancora tanto da raccontare, alla quale i tre musicisti vogliono regalare un simbolo del loro talento per valorizzarne o crearne altri. “Regala un pianoforte a l’Aquila”, infatti, nasce per la maratona musicale “Il jazz italiano per L’Aquila” che lo scorso 6 settembre ha riunito oltre 600 musicisti, 100 formazioni musicali in 18 luoghi simbolo della città distrutta dal terremoto, un progetto che ha avuto un enorme eco nazionale e internazionale raccogliendo consensi trasversali.

 

CASTELLOCHANNEL.IT

Lascia una risposta