Villa Reale Castello, 22 febbraio: convegno internazionale “Il Rinascimento delle grotte”

Convegno internazionale “Il Rinascimento delle Grotte”

0
402

Giovedì  22 febbraio, nella Villa medicea di Castello, sede dell’Accademia della Crusca, si terrà il convegno internazionale “Il Rinascimento delle Grotte” a cura di Emanuela Ferretti, Sabine Frommel, Alessandra Giannotti e Marco Mozzo. Organizzato dal Polo museale della Toscana con il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, l’Università per stranieri di Siena, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze, l’École Pratique des Hautes Etudes, PSL (équipe Histara) e l’Accademia della Crusca, è il risultato dell’accordo siglato nel 2016 dal Polo museale con il dipartimento di Architettura e l’Università per stranieri per la ricerca, lo studio e la conoscenza delle Ville medicee con particolare riferimento al Giardino della Villa medicea di Castello.

La prima parte della giornata di studi sarà dedicata al sopralluogo alla celebre Grotta degli Animali del Giardino della villa di Castello, riservato ai soli convegnisti che potranno confrontarsi con i tecnici della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della città metropolitana di Firenze sui lavori di restauro che hanno interessato il monumento avviati nel 2014. Il convegno coincide, infatti, con la conclusione del cantiere di restauro che gradualmente provvederà a rimuovere le impalcature che nascondevano la Grotta, consentendo ai visitatori di tornare ad ammirare le sculture e le preziose decorazioni presenti sulle sue superfici.

Tra i primi esempi di cavità artificiale scavata in un terrazzamento del giardino di Cosimo I dei Medici annesso alla villa, prototipo del giardino all’italiana, la Grotta venne progettata da Niccolò Tribolo nei primi decenni del 1500 e successivamente trasformata con l’apporto di altri architetti e scultori della corte medicea. Al suo interno, in tre grandi nicchie si trovano vasche marmoree, dominate da gruppi scultorei di animali, incorniciate da ricche decorazioni parietali con maschere e fregi di pietre colorate e conchiglie. Elemento fondamentale della grotta è l’acqua che scroscia e sgocciola dalla volta e dalle pareti, ricadendo nelle vasche delle fontane.

A seguire, dalle ore 14.00, dopo i saluti istituzionali, il confronto interdisciplinare, aperto al pubblico, tra studiosi e specialisti illustrerà e approfondirà il tema, ancora in parte inesplorato, delle grotte nel Rinascimento: i modelli di ispirazione, la loro circolazione in Europa, le maestranze, le tecniche idrauliche e costruttive adottate, con una sessione interamente dedicata al restauro della Grotta degli Animali.

IL PROGRAMMA

(PER MAGGIORI INFORMAZIONI, CLICCA QUI)

 

CASTELLOCHANNEL.IT

 

Lascia una risposta